Menopausa aloe vera

menopausa aloe vera

Menopausa aloe vera: la sua azione benefica

Sono davvero tanti i rimedi naturali indicati per trattare alcuni sintomi della menopausa in particolare per contrastare la secchezza della pelle e dei capelli si consiglia l’uso del gel estratto dall’aloe vera, oltre a garantire l’idratazione cutanea l’aloe vera si dimostra anche un alleato che permette di mantenere il proprio peso ideale  nel corso della menopausa. L’uso di integratori alimentari e di rimedi naturali a base del succo di aloe è un vero e proprio supporto per l’organismo che in questo modo fa scorte di vitamine e minerali utili a compensare le carenze dovute agli squilibri ormonali, ed infatti a causa del calo dei livelli degli ormoni, la donna in menopausa può cominciare ad avere problemi cutanei, del cuoio capelluto ed aumento del peso. Il succo ricavato dall’aloe infatti si dimostra un aiuto valido per contrastare diversi sintomi legati alla menopausa in quanto questa pianta possiede diverse proprietà nutritive contenute nel gel di aloe, l’insieme di elementi come vitamine, acido folico, enzimi, zuccheri complessi, sali minerali e tanti altri elementi utili alle cellule del nostro organismo. Per maggiori notizie si rimanda all’articolo Rimedi menopausa: un approccio di tipo naturale.

Oligomenorrea pulsatilla: le proprietà

oligomenorrea pulsatilla

Oligomenorrea pulsatilla

Le erbe orientali vengono largamente adoperate nella tradizione omeopatica e  sono considerate particolarmente efficaci per trattare l’oligomenorrea avendo a disposizione un gran numero di proprietà capaci di regolare il ciclo mestruale tra cui la pulsatilla. L’oligomenorrea si evidenzia come un’anomalia causata da diversi fattori eziologici tra cui le alterazioni ormonali, si tratta di una condizione che risulta particolarmente  preoccupante quando iniziano ad emergere alcuni sintomi ricorsivi che si accompagnano alle irregolarità del ciclo mestruale che evidenzia delle assenze prolungate che tendono a ripetersi da 4 a 9 volte l’anno, oltre a questa anomalia le donne risentono di una marcata irregolarità dell’ovulazione che comporta a sua volta delle significative difficoltà di concepimento; le donne colpite da oligomenorrea da imputare a disfunzioni ormonali sono anche propense ad avere problemi legati alla fragilità ossea ed articolare. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Irregolarità delle mestruazioni oligominerali: funzioni.

Dolori mestruali sbalzi della secrezione ormonale e DDPM

dolori mestruali sbalzi della secrezione ormonale

Dolori mestruali sbalzi della secrezione ormonale

La sindrome premestruale che è caratterizzata dai cosiddetti dolori mestruali è monopolizzata dagli sbalzi della secrezione ormonale, nello specifico sono gli steroidi ovarici ad innestare i sintomi legati alla sfera dell’umore nell’arco della sindrome premestruale. Non tutte le donne vengono interessare dagli stessi disturbi, per cui in base alle caratteristiche ed alla gravità dei disagi esperito nella fase premestruale si è soliti distinguere diversi gradi, si parla per questo di:

  • sindrome premestruale (SPM) di grado lieve;
  • sindrome premestruale di grado moderato;
  • SPM grave;
  • disturbo disforico premestruale (DDPM).

Diversi fattori determinano nelle donne la manifestazione dei dolori mestruali, in particolare un ruolo significativo viene giocato dalla stessa predisposizione genetica per cui in prossimità del ciclo mestruale si presentano disagi fisici di lieve o più intensa gravità; appare più preoccupante invece il quadro clinico della SPM grave che si accompagna anche a degli evidenti sintomi legati alla sfera umorale, causando la comparsa di tristezza, aggressività ed irritabilità durante la fase luteale e premestruale. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Dolori mestruali vitamina D: la ricerca dell’Università di Messina.

Concepimento attività fisica e vitamina D

concepimento attività fisica

Concepimento attività fisica per migliorare la funzionalità ovarica

La pratica costante di uno sport apporta dei benefici non solo sullo stato di salute generale ma anche sul concepimento visto che diverse ricerche sul campo hanno dimostrato che lo svolgimento di un’attività fisica risulta utile anche alla fertilità. Si consiglia infatti la pratica costante di uno sport evitando però l’aumento della massa muscolare che invece tende a bloccare l’ovulazione,  infatti è stato dimostrato che un eccesso di sport risulta essere alquanto controindicato dal momento che una massa muscolare molto sviluppata ed un tessuto adiposo ridotto possono determinare un blocco della produzione di GnRH, ossia l’ormone che favorisce la produzione di gonadotropine.Per non incorrere quindi in effetti collaterali sgradevoli per quanto riguarda il concepimento si suggerisce un moderato esercizio fisico che agisce vantaggiosamente sulla fertilità femminile stimolando la regolare attività ovarica, senza però trascurare l’alimentazione che esercita un’influenza diretta sulla stessa sfera. Per cui associare l’attività fisica magari all’aperto ad una dieta equilibrata determina una significativa riduzione dei casi di problemi legati all’infertilità femminile. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Concepimento calcolo dopo il ciclo mestruale.

Menopausa semi di lino funzioni

menopausa semi di lino

Menopausa semi di lino

Tra i rimedi naturali utili per contrastare gli effetti della menopausa ci sono anche i semi di lino come confermato dai risultati sperimentali ottenuti da una ricerca americana pubblicata su “Menopause” dalla Mayo Clinic di Rochester Nel Minnesota. Nello specifico a questo rimedio può essere attribuita la riduzione dell’insorgenza delle vampate di calore che rappresentano il sintomo più caratteristico della menopausa, quest’azione si deve principalmente alla presenza di lignani, ossia dei fitoestrogeni che alleviano i sintomi della menopausa. Lo studio americano, che ha visto coinvolte diverse donne in menopausa, si è protratto per circa 6 settimane evidenziando gli effetti benefici di 40 grammi di semi di lino al giorno, grazie ai quali si ottiene una riduzione della frequenza e dell’intensità delle vampate di calore.  Ma i benefici da poter attribuire a queste sostanze contemplano anche altre virtù che agiscono a livello preventivo ed infatti i semi di lino attivano una sorta di protezione dell’apparato cardiovascolare, favorendo la regolarità del battito cardiaco, e come conseguenza determinano la riduzione dell’esposizione al rischio di infarto. Maggiori informazioni si trovano su Menopausa rimedi naturali: dieta e rimedi fitoterapici.

Irregolarità delle mestruazioni oligominerali: funzioni

irregolarità delle mestruazioni oligominerali

Irregolarità delle mestruazioni oligominerali

In caso di disturbi femminili relativi alle irregolarità delle mestruazioni si può far ricorso agli oligominerali tra cui lo zinco ed il rame che possono migliorare la situazione in caso di mestruazioni assenti e di flusso abbondante. Lo zinco infatti è utile per l’attività dell’ormone della crescita, invece il rame a piccole dosi determina un’attività spasmolitica a livello della muscolatura liscia e striata. Per favorire un ciclo regolare il più possibile regolare, ma anche per porre rimedio ad alcuni malesseri femminili che possono verificarsi frequentemente, si possono introdurre nella propria dieta gli oligoelementi come ad esempio lo zinco ed il rame che aiutano a ripristinare la corretta comunicazione ormonale che se alterata può provocare irregolarità. Di fatto il settore dell’oligoterapia consiglia l’assunzione del complesso di oligoelementi zinco-rame come rimedio per risolvere la sindrome da disadattamento dell’asse ipofiso-genitale che si traduce in alcune difficoltà delle ghiandole endocrine che non sono così in grado di rispondere agli stimoli dell’ipofisi: le anomalie sull’asse ipofiso-ovarica tendono a rendere la risposta ormonale non corretta. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Alterazioni delle mestruazioni piante dalle proprietà emmenagoghe.

Dolori mestruali potentilla

dolori mestruali potentilla

Dolori mestruali potentilla: l’azione

I rimedi naturali possono essere di grande aiuto alle donne per contrastare i dolori mestruali, si tratta soprattutto di alcune tisane che hanno lo scopo di crampi addominali, e tra le piante che agiscono su questo fronte vi è la potentilla tormentilla e la potentilla anserina. Questa pianta officinale concentra il maggior contenuto di proprietà terapeutiche nella radice, ma anche le altre parti della pianta possiedono delle virtù utili  a livello terapeutico per la salute, in particolare tra i principi attivi contenuti nella potentilla tormentilla si trovano i tannini a cui ascrivere un’azione astringente, per cui favoriscono la regolare contrazione dei tessuti, per questo motivo viene impiegata in erboristeria per le sue virtù antispasmodiche ma anche come rimedio antidiarroico ed emostatico. Per alleviare i crampi addominali quindi può essere preparata una tisana a base dei fitoestratti di questa pianta che allo stesso tempo favorisce il rilassamento dei muscoli. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Dolori mestruali vitamina D: la ricerca dell’Università di Messina.

Menopausa ritenzione idrica: prevenzione

menopausa ritenzione idrica

Menopausa ritenzione idrica

Tra le diverse manifestazioni che segnalano l’arrivo della menopausa vi è anche la ritenzione idrica che può verificarsi in questo periodo della vita delle donne come conseguenza diretta delle modificazioni ormonali che avvengono. La ritenzione idrica può essere poi favorita da alcuni fattori tra cui soprattutto uno stile di vita sbagliato, non vanno però trascurate delle condizioni patologiche che possono accentuare tale disturbo quali: delle disfunzioni cardiache o renali, l’insorgenza di processi infiammatori, alcune reazioni allergiche. La ritenzione idrica si manifesta quando il corpo non riesce a trattenere in modo corretto i liquidi si determina così un ristagno che tende ad evidenziarsi in specifiche parti del corpo: glutei, addome, cosce. Il segnale principale della ritenzione idrica è l’edema, ossia il gonfiore che si localizza dove si sono concentrati i fluidi. Spesso oltre al ristagno dei liquidi come conseguenza dei problemi legati alla circolazione venosa e linfatica si registra anche un ristagno di tossine andando ad ostacolare il corretto metabolismo cellulare. Per altre notizie si rimanda alla lettura di Menopausa rimedi naturali: dieta e rimedi fitoterapici.

Difficoltà concepimento e fumo: la relazione

difficoltà concepimento e fumo

Difficoltà concepimento e fumo

Diversi studi sperimentali hanno dimostrato la connessione diretta tra le difficoltà concepimento e fumo per cui ne risulta che le fumatrici e le donne esposte al fumo passivo risentono di problemi di fertilità più o meno significanti. Tra le conseguenze più rilevanti si registra un ritardo nel concepimento spontaneo in quanto le sostanze tossiche che sono presenti nelle sigarette tendono a fissarsi anche nei tessuti dell’apparato riproduttivo causando dei  danni che si traducono nelle conseguenze da ascrivere all’aumento dello stress ossidativo che provoca la  formazione di radicali liberi dell’ossigeno; in particolare la principale complicanza nelle donne in età fertile  è data da un deficit qualitativo dei follicoli ovarici a cui si aggiunge un rapido esaurimento della riserva ovarica rispetto alle non fumatrici. Non solo il concepimento spontaneo risulta essere ostacolato ma anche le metodiche di fecondazione assistita risentono di un’influenza negativa dal momento che si registra un’alta percentuale di insuccessi prima di riuscire a raggiungere il concepimento. Maggiori notizie si trovano su Concepimento calcolo dopo il ciclo mestruale.

Ritardo delle mestruazioni dolore alle ovaie per alterazioni ormonali

ritardo delle mestruazioni dolore alle ovaie

Ritardo delle mestruazioni dolore alle ovaie

Il ritardo delle mestruazioni può evidenziare dolore alle ovaie, si tratta di un sintomo che di solito può palesarsi anche in altre circostanze tra cui durante la fase dell’ ovulazione, in questo caso si tratta di una spia che segnala  il momento più consono per il concepimento; talvolta le ovaie possono dolere anche all’inizio oppure alla fine del ciclo mestruale. In presenza di alterazioni delle mestruazioni che possono essere caratterizzate da un arrivo  ritardato ciclico, bisogna indagarne le cause, qualora non siano presenti delle condizioni patologiche che determinano l’oligomenorrea, la causa principale è da ascrivere all’influenza esercitata dagli ormoni. Di fatto quando il livello ormonale non è equilibrato le mestruazioni possono presentarsi con un andamento ciclico alterato a cui si possono associare dei dolori alle ovaie, talvolta le donne possono lamentare altri fastidi legati all’oligomenorrea e tra i disagi più comuni ci sono: dolori all’addome che si possono estendere anche alla zona all’interno della vagina; nausea; eccessiva sudorazione; malessere generale; diarrea. Per maggiori notizie si rimanda alla lettura di Alterazioni del ciclo mestruale calendula: proprietà di tipo emmenagogo.

Powered by WordPress | Designed by: free css template | Thanks to hostgator coupon codes and shared hosting

Il network eNook: Artrosi | Bilirubina | Ciclo Mestruale | Colecisti | Colon Irritabile | Eczema e Dermatite | Emoglobina | Ernia Iatale | Escherichia Coli | Fuoco di Sant’Antonio | Cistite | Emorroidi | Leucociti | Mononucleosi | Neutrofili | Scarlattina | Scintigrafia | Streptococco | Transaminasi | Trigliceridi



Copyright 2014 eNook s.r.l.s. | Via F. P. Da Cherso 35 A - 00143 Roma (RM) | Cap.Soc. 200 € | C.F. P.IVA N. 12446141009