Calcolare i giorni fertili e problemi di fertilità

Comment

Altri articoli Giorni Fertili
calcolare i giorni fertili
Pubblicità

Calcolare i giorni fertili e fase ovulatoria

Per le donne che hanno un ciclo mestruale da identificare come regolare è più semplice riuscire a calcolare i giorni fertili per prevedere, con una certa precisione, quando avviene la fase ovulatoria e massimizzare così le possibilità di concepimento. Anche se il periodo fertile rappresenta per le donne il momento più fecondo di tutto il ciclo di una donna questo non vuol dire che durante gli altri giorni non si possono verificare altri giorni potenzialmente fertili: infatti le donne particolarmente giovani possono evidenziare anche delle ovulazioni multiple, non bisogna poi trascurare che la fase ovulatoria può subire delle considerevoli variazioni da collegare ad un periodo di ansia o di forte stress emotivo e fisico che influenza di conseguenza la durata e la cadenza del ciclo mestruale incidendo sulla stessa fase dell’ovulazione. Il calcolo dei giorni fertili è un metodo consigliato quando si cerca di  individuare il periodo più fecondo di una donna, tenendo conto che i restanti giorni del ciclo mestruale anche se non sono da considerarsi fertili  possono favorire, seppur con minor probabilità, un’eventuale gravidanza. Ulteriori notizie si trovano su Come calcolare i giorni fertili partendo dalla morfologia della cervice.

Pubblicità

I problemi di fertilità

calcolare i giorni fertili

calcolare i giorni fertili

Non sono rari i casi in cui si evidenziano casi di infertilità nelle donne da imputare a diverse cause, i medici sostengono che tra i fattori da prendere in considerazione ci sono: lo stress, il consumo eccessivo di alcol e di caffè, senza trascurare l’influenza negativa del fumo. Inoltre tra gli altri fattori che possono incidere negativamente sull’ovulazione bisogna anche menzionare l’obesità oppure l’eccessiva magrezza. In alcuni casi  poi i problemi di infertilità femminile vanno imputati alla sindrome dell’ovaio policistico, che rappresenta un problema molto comune nelle donne, ed in molti casi  i soggetti non sanno neppure che soffrono di tale disturbo. Studi recenti hanno evidenziato che la sindrome dell’ovaio policistico costituisce il disturbo ormonale più comune tra le donne in età riproduttiva: si stima infatti che colpisce il 5-10% delle donne, determinando non solo infertilità, ma anche ritardi nel ciclo mestruale, obesità, irsutismo. Maggiori informazioni su Calcolo giorni fertili: a cosa imputare le eventuali imprecisioni.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *