Calcolatore giorni fertili: dai tool online alle tabelle di Roetzer

Comment

Altri articoli Giorni Fertili
calcolatore giorni fertili
Pubblicità

Calcolatore giorni fertili

Per le donne che hanno una maggiore destrezza con il web ci sono a disposizione un gran numero di servizi e strumento che permettono di conteggiare, in pochi secondi, il periodo fertile del proprio ciclo mestruale svolgendo il ruolo di un vero e proprio calcolatore dei giorni fertili. L’individuazione della fase dell’ovulazione è essenziale se si vuole rimanere incinta in quanto l’impianto di una gravidanza è direttamente correlato con il momento di maggiore fecondità del ciclo mestruale che si concentra nei giorni intorno all’ovulazione, quando il corpo di una donna è nella condizione più propensa per il concepimento. Utilizzando i diversi calcolatori della fertilità presenti in rete o tenendo il conto mnemonicamente su un semplice calendario è possibile individuare i giorni dell’ovulazione ma si tratta di un’operazione che fornisce un risultato da considerare solo come indicativo e non come un dato certo in quanto il corpo di una donna non è una macchina ma può evidenziare delle modifiche che si riassumono in alterazioni della durata del ciclo mestruale che può presentarsi ogni mese con una cadenza di più o meno di 28 giorni. Altre notizie utili si trovano su Calcolare giorni fertili per conoscere il ciclo mestruale.

Pubblicità

Il metodo sintotermico di Roetzer

calcolatore giorni fertili

calcolatore giorni fertili

Tra i metodi naturali suggeriti per registrare il periodo di maggiore fertilità di una donna viene indicato il metodo sintotermico di Roetzer, dal nome dell’autore che ha trattato l’argomento in un libro, che raccoglie la diretta esperienza delle donne, nel quale vengono illustrate delle tabelle che le donne hanno utilizzato per registrare i dati necessari che permettono di prevedere con una certa affidabilità i giorni fertili e quelli non fertili del ciclo mestruale. Grazie a questo metodo è possibile favorire il concepimento oppure evitarlo, trattandosi di un metodo valido sia per i cicli regolari che per quelli molto irregolari. Il metodo sintotermico si basa sulla combinazione di più metodi che includono: l’osservazione diretta delle secrezioni del muco cervicale, l’autoesame del collo dell’utero ovvero della cervice, la valutazione dei cambiamenti registrati attraverso la misurazione della temperatura basale. Maggiori informazioni su Giorni non fertili: come individuare i “giorni secchi”.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *