Calcolo fertilità ed ormoni

Comment

Altri articoli Calcolo fertilità
calcolo fertilità ed ormoni
Pubblicità

Calcolo fertilità ed ormoni: il ruolo degli estrogeni

Gli estrogeni, il progesterone e l’ormone luteinizzante evidenziano l’esistenza di un rapporto diretto tra calcolo fertilità ed ormoni in quanto monitorando il comportamento di questi ormoni nel corso del ciclo mestruale si può favorire il concepimento. Gli estrogeni sono gli ormoni che regolano la crescita e  la proliferazione dei tessuti, in particolare prendono parte alla fase di ispessimento dell’endometrio, in questo modo l’ovulo fecondato può impiantarsi; inoltre gli estrogeni hanno un ruolo importante perché determinano il  rilascio dell’ormone luteinizzante la cui presenza segnala l’inizio dell’ovulazione. Tra gli altri compiti svolti da questa categoria di ormoni  vi è la produzione di muco cervicale oltre a rendere più fluida l’apertura della cervice per favorire il passaggio dello sperma che possono così raggiungere le tube. Ci sono alcuni segnali che permettono di controllare in maniera naturale l’innalzamento dei livelli degli estrogeni da ricondurre al rilevamento della presenza del muco cervicale, valutandone poi la consistenza, bisogna poi fare attenzione anche alla posizione della cervice uterina che subisce delle leggere alterazioni nella morfologia quando si va incontro al periodo fertile. Maggiori informazioni su Calcolo fertilità: come conoscere i propri giorni fertili.

Pubblicità

Progesterone e LH

calcolo fertilità ed ormoni

calcolo fertilità ed ormoni

Il progesterone è l’ormone che domina la seconda parte del ciclo mestruale: di fatto gli estrogeni si attivano nella fase follicolare del ciclo mestruale, invece il progesterone è protagonista della fase luteale. Dopo l’ovulazione  il progesterone viene prodotto dal corpo luteo per prendere parte a diversi compiti quali: rende il rivestimento dell’utero morbido per favorire così  l’impianto dell’ovulo fecondato; il progesterone è responsabile delle alterazioni di temperatura corporea basale; inoltre questo ormone è necessario per supportare la gravidanza. Per quanto riguarda invece l’ormone luteinizzante (LH) esso gioca un ruolo centrale per la fertilità in quanto i suoi livelli elevati segnalano l’imminenza dell’ovulazione dal momento che questo ormone femminile favorisce l’innesco della  rottura del follicolo ovarico che rilascia l’ovulo al momento dell’ovulazione: livelli alti di LH nelle  urine vengono presi come parametri validi per favorire il concepimento.  Altre notizie su Calcolo fertilità: da cosa è influenzato.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *