Concepimento divisione cellulare

Comment

Altri articoli Concepimento
concepimento divisione cellulare
Pubblicità

Concepimento divisione cellulare

Dopo un rapporto sessuale ha inizio il tragitto degli spermatozoi fino alla tuba dove arrivano solo gli spermatozoi più validi che si orientavo verso l’ovocita, ma solo uno di essi riuscirà a penetrare al suo interno dopo il concepimento ha inizio la divisione cellulare. Dall’incontro tra lo spermatozoo e l’ovocita  avviene l’unione tra i due DNA ed ognuna delle due cellule mette in comune i suoi 23 cromosomi, così dopo circa 24 ore si forma la prima cellula: lo zigote composto da 46 cromosomi che contiene il patrimonio genetico  completo che caratterizza ciascun individuo. Lo zigote è quindi la prima cellula della nuovo essere vivente già in possesso di una propria autonomia biologica in quanto per circa 8 giorni, dal concepimento fino all’impianto, questa cellula sopravvive senza fonti ossigenative dirette si serve invece di una fonte di energia trasformata dal materiale tubarico. Dopo circa 30 ore dal concepimento, lo zigote si evolve e diventa embrione, quindi inizia la progressiva divisione cellulare passando a 2 cellule, a 40 ore si passa a 4 cellule, così progressivamente si procede ad una continua suddivisione cellulare  fino a quando dopo circa tre giorni dopo la fecondazione l’embrione appare costituito da 12-16 cellule determinando lo stadio della morula. Prosegue così lo sviluppo della nuova vita concepita che al 5°-6° giorno si compone di circa 100 cellule e all’interno della morula si forma una cavità ripiena di liquido passando allo stadio della blastocisti. Altre informazioni su Concepimento favorire l’annidamento.

Pubblicità

La fase di impianto

concepimento divisione cellulare

concepimento divisione cellulare

Dopo il concepimento e la divisione cellulare che ha portato lo zigote a passare allo stadio di embrione si assiste all’impianto: l’embrione una volta raggiunto l’utero per sopravvivere deve aderire all’endometrio ossia alla parete interna della cavità uterina avendo così accesso alle sostanze nutritive che favoriscono lo sviluppo intrauterino della nuova vita. La fase di impianto ha una dura di circa 7 giorni durante i quali l’embrione penetra sempre più profondamente nell’endometrio, questa fase ha termine di solito dopo circa 14 giorni dopo la fecondazione e se tutto procede in maniera normale la gravidanza continua regolarmente. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Concepimento nemici della fertilità femminile.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *