Concepimento favorire l’annidamento

Comment

Altri articoli Concepimento
concepimento favorire l’annidamento
Pubblicità

Concepimento favorire l’annidamento: le indicazioni di Gabriella A. Ferrari

Da diversi studi è emerso il ruolo attivo dei genitori prima e durante il concepimento per favorire l’annidamento in particolare la donna ha un ruolo attivo nel determinare l’annidamento della cellula fecondata nell’utero. Questo punto viene spiegato da Gabriella Ferrari Arrigoni autrice del libro dal titolo “La comunicazione e il dialogo dei nove mesi” oltre a spiegare il dialogo tra madre e bambino durante la gestazione si fa riferimento al momento dell’annidamento che rappresenta per l’autrice “il momento del consenso formale e amorevole della madre all’esistenza del suo bambino”. Dopo l’avvenuto concepimento la madre avvia con il nascituro un dialogo a livello inconscio, su questo piano la psiche materna disinnesca le difese immunitarie nei confronti dell’embrione-morula per consegnargli il proprio corpo che diventerà nei mesi della gestazione la sua culla ossia il suo nido sicuro; allo stesso tempo la madre avvia una serie di accortezze che impediscono al bambino di staccarsi; un ruolo fondamentale è poi costituito dalla preparazione della nutrizione mediante l’aumento dei livelli di glicemia. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Concepimento impianto gravidanza.

Pubblicità

Come potenziare il Bonding già durante i nove mesi

concepimento favorire l’annidamento

concepimento favorire l’annidamento

Il libro “La comunicazione e il dialogo dei nove mesi” ha lo scopo di accompagnare i genitori durante la gestazione verso una piena conoscenza ed un contatto diretto con il nascituro. Nello specifico l’autrice Gabriella Ferrari Arrigoni si concentra sul tema del “Bonding dei nove mesi” con cui si fa riferimento al misterioso e spontaneo dialogo che si viene a crearsi durante i mesi della gravidanza, nello specifico il Bonding è il processo di attaccamento che si sviluppa subito dopo il parto tra i genitori ed il bambino che verrebbe così a costituirsi sin dal concepimento. Per potenziare tale relazione si invita la madre a seguire uno specifico programma da mettere appunto giorno dopo giorno nel corso della gestazione attraverso l’esecuzione di specifici esercizi di Bonding, in questo modo i futuri genitori impereranno ad ascoltare il nascituro attraverso una comunicazione costante che ha inizio sin dal concepimento fino alla nascita per poi proseguire e rafforzarsi dopo la nascita. Maggiori notizie su Calcolo del concepimento: le possibili imprecisioni del regolo ostetrico.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *