Controllo dei dosaggi ormonali

Comment

Ovulazione
Pubblicità

Controllo dei dosaggi ormonali

Con le analisi del sangue è possibile effettuare il controllo dei dosaggi ormonali, dalla concentrazione in difetto oppure in eccesso degli ormoni delle donne è possibile verificare se le ovaie di una donna funzionano correttamente o se sono presenti eventuali problematiche al livello delle ghiandole endocrine. Nelle donne di età fertile, l’ormone LH e l’ormone FSH raggiungono i massimi livelli a metà ciclo mestruale, quando si verifica il rilascio della cellula dell’ovaio destro oppure sinistro dando avvio alla fase dell’ovulazione; il picco di tali ormoni stimolano le ovaie nella produzione di altri ormoni che contribuiscono a favorire l’impianto di una gravidanza. L’ormone FSH influenza la crescita dei follicoli ovarici e delle cellule uovo nel corso della prima fase del ciclo mestruale, ossia nel periodo compreso tra l’inizio delle mestruazioni e la fase dell’ovulazione. Se dai dosaggi ormonali, i livelli di LH o FSH risultano essere bassi oppure alti rispetto al range dei valori considerati normali, questo significa che il sistema riproduttivo di una donna presenta delle anomalie da approfondire con ulteriori indagini. Per altre informazioni su tale argomento si rimanda alla lettura di https://www.inran.it/dosaggi-ormonali/14793/.

Pubblicità

Il ruolo del progesterone

controllo dei dosaggi ormonali

controllo dei dosaggi ormonali

Il progesterone in collaborazione con altri ormoni adempiono ad un ruolo fondamentale per favorire il concepimento visto che hanno il compito di preparare l’apparato femminile alla gravidanza. Dopo che la cellula ovo viene rilasciata dall’ovaio, i livelli del progesterone vanno incontro ad aumento soprattutto se si è verificato l’impianto di una gravidanza, se invece la cellula ovo non è stata fecondata, i livelli di progesterone si abbassano ed in seguito arrivano le mestruazioni.  Si esegue il dosaggio del progesterone al 21 giorno del ciclo per verificare se è avvenuta l’ovulazione, ma allo stesso tempo grazie a questo esame è possibile capire se è in corso una gravidanza extrauterina o se c’è la possibilità di aborto, in questi casi infatti si registra un anomalo aumento dei livelli di progesterone che non crescono correttamente rispetto al progredire della gestazione.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *