Giorni non fertili: come individuare i “giorni secchi”

Comment

Altri articoli Giorni Fertili
giorni non fertili
Pubblicità

Giorni non fertili: quali sono

Durata il ciclo mestruale una donna può calcolare non solo la fase dell’ovulazione ma anche individuare quelli che possono essere considerati i suoi giorni non fertili, in cui si possono comunque avere delle probabilità di concepimento, che generalmente vengono identificati subito dopo la scomparsa del flusso mestruale. In particolare, per individuare i giorni non fertili ci si può affidare alla diretta osservazione del proprio corpo dal momento che subito dopo la fine delle mestruazioni le donne sperimentano alcuni giorni che si possono definire “secchi”, in quanto caratterizzati dall’acidità del pH vaginale che rappresenta oggettivamente un ambiente particolarmente ostile per gli spermatozoi che non trovano le condizioni ideali che favoriscono il loro stesso accesso verso l’apparato riproduttivo delle donne. Nel corso della durata del ciclo mestruale con il passare dei giorni si verifica un progressivo aumento degli estrogeni, a questo punto le donne possono osservare, ma anche palpare, la consistenza cremosa, fluida ed elastica delle secrezioni del muco cervicale che appare di colore bianco ed opaco. Durante il periodo di maggiore fertilità del ciclo mestruale le donne evidenziano delle perdite più dense, ed infatti al tatto il muco cervicale, raccolto direttamente dalla cervice, appare più fluido ed elastico. Maggiori informazioni su Calcolare giorni fertili per conoscere il ciclo mestruale.

Pubblicità

I giorni non fertili della fase pre-ovulatoria

giorni non fertili

giorni non fertili

Dopo le mestruazioni di solito le donne registrano per alcuni giorni una sensazione di asciutto nella zona interna all’ingresso della vagina questo periodo viene comunemente definito infertilità pre-ovulatoria. In questo arco di tempo il muco cervicale non è ancora presente nella vagina, in questo modo gli spermatozoi non sono in grado di sopravvivere per lungo tempo all’interno l’apparato riproduttivo femminile dopo l’eiaculazione. Ci sono delle eccezioni soprattutto in caso di cicli mestruali lunghi, in questo caso non si evidenziano i cosiddetti giorni secchi, si presenta una continua secrezione vaginale per diversi giorni di seguito. La fase di potenziale fertilità ha in genere inizio quando la donna inizia ad avvertire una sensazione di umido ed appiccicoso con cui si registrano i progressivi cambiamenti del muco che portano al periodo di maggiore fecondità. Altre notizie su Giorni fertili calcolo: come massimizzare le probabilità di una gravidanza.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *