Ipogonadismo femminile come si evidenzia

Comment

Altri articoli
Pubblicità

Ipogonadismo femminile come si evidenzia

Una condizione anomala che presenta come tratti principali l’abbassamento della funzionalità delle gonadi può colpire sia gli uomini che le donne, quando insorge nelle persone di sesso femminile, si parla di ipogonadismo femminile; nelle persone di sesso maschile la condiizone patologica colpisce i testicoli, mentre in quelle di sesso femminile l’anomalia colpisce le ovaie. L’ipogonadismo femminile si presenta come un disturbo da ascrivere ad una riduzione della funzionalità ovarica, che determina una più bassa produzione di ormoni femminili tra cui progesterone ed estrogeni, per questo si registra una riduzione della secrezione degli ormoni sessuali: in particolare si abbassa il livello di estrogeni e progesterone nelle donne, mentre negli uomini si riduce la secrezione di testosterone. La condizione di ipogonadismo può essere associata ad un disturbo che coinvolge le gonadi si parla di ipogonadismo primario, se invece la problematica colpisce la funzione svolta dalle gonadi si sviluppa una condizione di ipogonadismo secondario (difetti o disturbi che riguardano l’ipotalamo o l’ipofisi). In caso di ipogonadismo primario a non funzionare correttamente sono gli organi riproduttivi e le cause vanno ricercate in condizioni patologiche quali: la sindrome di Noonan, la sindrome di Klinefelter, la sindrome di Turner; l’ipogonadismo secondariosi palesa con una problematica non a livello degli organi riproduttivi e tra le cause scatenanti ci sonodiverse patologie che possono colpire l’ipofisi, ma anche la sindrome di Kallmann, i tumori cerebrali che interessano l’ipotalamo. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di https://www.inran.it/ipogonadismo/22672/.

Pubblicità

I sintomi

ipogonadismo femminile

ipogonadismo femminile

In campo clinico si distingono altre due forme di ipogonadismo: la forma congenita presente sin dalla nascita dovuta principalmente a fattori eziologici come la sindrome di Turner e la sindrome di Klinefelter; la forma acquisita invece insorge nel corso della vita del paziente, di solito tra le cause si segnalano traumi cerebrali con interessamento di ipotalamo oppure di ipofisi, ma anche parotite infantile ed abuso di oppioidi. I sintomi maggiormente diffusi nelle donne sono rappresentate da: mancanza del ciclo mestruale, ridotto sviluppo del seno, perdita del liquido lattiginoso dalla mammella, vampate di calore, perdita dei capelli, una ridotta o completamente assente libido; i soggetti colpiti da ipogonadismo secondario possono avvertire altri sintomi correlati con la malattia che ha provocato il disturbo.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *