Leucorrea: produzione di perdite vaginali

Comment

Altri articoli Giorni Fertili
leucorrea
Pubblicità

Leucorrea presenza delle perdite vaginali

Le fisiologiche perdite vaginali che vengono identificate con la leucorrea si verificano in modo variabile, risentendo dell’influenza non solo degli sbalzi ormonali ma anche di altri due periodi fondamentali della vita di una donna: la gravidanza e la menopausa. In condizioni normali si tratta di comuni secrezioni intime caratterizzate da un colore bianco e lattiginoso che non danno alcun fastidio alle donne, in questo caso la produzione di leucorrea è fisiologica e si manifesta senza alcun sintomo o dolore in prossimità dell’ovulazione. La sostanza secreta può presentare delle variazioni di intensità da un caso e all’altro accompagnata da diversi sintomi che possono essere anche fastidiosi. In genere le donne che si avvicinano all’ovulazione evidenziano delle perdite intime più abbondanti, fluide e biancastre, in alcuni casi le secrezioni dense possono anche macchiarsi di sangue che possono essere il sintomo di una lesione interna. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Mestruazioni alterazioni: i fattori da prendere in considerazione.

Pubblicità

I casi di infezioni vaginali

leucorrea

leucorrea

Alcune donne oltre alla produzione fisiologica di queste secrezione poco intense, in alcuni casi invece la leucorrea può causare dei sintomi più fastidiosi che si traducono nella manifestazione di dolore e di fastidio che si localizza nella zona intima. Quando si riscontrano delle perdite anomale rispetto alle comuni secrezioni si palesano delle secrezioni di colore giallastro oppure si possono rintracciare delle tracce di sangue, a cui si associa un odore sgradevole ed un acuto senso di bruciore nella zona intima. Quando la leucorrea è associata quindi a manifestazioni sintomatiche quali: dolore intenso, prurito, irritazione, gonfiore, bruciore interno ed esterno, minzione difficoltosa; si viene a delineare così un quadro clinico che è il segno evidente spesso di un’infezione a livello vaginale trasmessa per via sessuale oppure dall’attacco di virus esterni. Altre notizie si trovano su Alterazioni delle mestruazioni iperprolattinemia: cosa implica.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *