Menopausa biancospino per prevenire le patologie cardiovascolari

Comment

Altri articoli Menopausa
menopausa biancospino
Pubblicità

Menopausa biancospino: le sue proprietà

Per ristabilire l’equilibrio ormonale che va incontro a scompensi nel corso dell’interruzione dell’attività ovarica in menopausa possono essere impiegati dei rimedi naturali come il biancospino. Per un efficace trattamento sintomatico sono utili sia i fitoestrogeni che gli isoflavoni da poter assumere nel corso della menopausa come palliativi di tipo naturale, sono utili anche i fitoestrogeni ai quali compete  un’azione di tipo ormonale paragonabile a quella svolta abitualmente dagli estrogeni, grazie a questa via terapeutica si prevengono diverse complicanze quali  l’osteoporosi, la secchezza delle mucose genitali, i problemi di tipo cardiovascolare. Come prevenzione contro le patologie cardiovascolari si può assumere il biancospino, in particolare nelle sue foglie e nei fiori sono presenti diversi flavonoidi che agiscono come dei potenti antiossidanti che contrastano i radicali liberi, per questo sono dei validi alleati contro l’insorgenza di malattie cardiovascolari inoltre riescono anche a contrastare il colesterolo. Si consiglia di bere l’infuso in caso di palpitazioni, tachicardia ma anche nel caso di stati di agitazione e nervosismo, il biancospino è utile anche ai soggetti che soffrono di ipertensione, anche chi ha problemi legati al sonno può bere una tisana a base di biancospino prima di andare a dormire per poter beneficiare dell’azione rilassante ed analgesica. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura di Menopausa fiori di Bach: la loro utilità.

Pubblicità

L’azione cardioprotettiva ed ansiolitica

menopausa biancospino

menopausa biancospino

In menopausa l’uso del biancospino attiva un’azione cardioprotettiva che favorisce la dilatazione delle arterie coronariche che hanno il compito di portare il sangue al cuore, in questo modo si migliora l’afflusso del sangue e si riduzione la pressione arteriosa. Oltre a possedere un’azione cardioprotettiva il biancospino ha anche delle proprietà cardiotoniche da ascrivere ai diproantocianidoli, in questo modo si contribuisce a rafforzare la funzionalità contrattile del cuore, ma allo stesso tempo è in grado di riequilibrare la funzionalità cardiaca scongiurando quindi eventuali episodi di aritmie, tachicardia, extrasistole. Per placare la sintomatologia legata alla menopausa ed  intervenire sulla sfera emozionale si può usare il biancospino nella cui composizione è presente come principio attivo la vitexina che agisce come rilassante, spasmolitico, ansiolitico per questo può tornare utile in menopausa in caso di ansia, insonnia, sbalzi di umore. Altre notizie su Menopausa malattie cardiovascolari: cause e cure.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *