Menorragia in premenopausa

Comment

Mestruazioni
Pubblicità

Menorragia in premenopausa

Un problema come la menorragia tende a presentarsi principalmente nelle donne in premenopausa, nello specifico questa alterazione delle mestruazioni si evidenzia con un sanguinamento abbondante, eccessivo e prolungato, in genere la donna che soffre di questa problematica risente anche della manifestazione di crampi addominali. La menorragia nella forma acuta causa non pochi disagi nelle donne andando ad interferire negativamente sul regolare svolgimento delle attività quotidiane, una condizione che richiede il ricorso a diversi rimedi. Per identificare questa condizione ci sono degli specifici criteri rappresentati essenzialmente da una durata delle mestruazioni superiore alla settimana, sono poi presenti coaguli di sangue nel flusso mestruale, a causa dell’abbondante perdita di sangue sorgono anche i tipici sintomi dell’anemia che si traducono con un senso di stanchezza e di affaticamento generale.  

Pubblicità

Le cause più comuni dell’alterazione

menorragia-in-premenopausa

menorragia in premenopausa

La causa più comune di questi sanguinamenti mestruali, che possono anche verificarsi in età giovanile, è costituita da uno squilibrio ormonale che si viene a verificare come conseguenza della crescita irregolare dell’endometrio che viene espulso attraverso delle perdite abbondanti di sangue; in condizioni normali durante i cicli mestruali, l’alternanza dell’estrogeno e del progesterone provoca un accrescimento fisiologico della mucosa che riveste l’interno dell’utero, in seguito l’endometrio viene espulso al momento della mestruazione con delle regolari perdite di sangue. Un’altra causa frequente della menorragia è costituita dall’eventuale presenza di una disfunzione delle ovaie che determina l’inibizione dell’ovulazione per cui l’endometrio viene sottoposto ad una stimolazione estrogenica eccessiva che determina uno sfaldamento irregolare che provoca un sanguinamento abbondante durante la mestruazione. Nelle donne in età fertile il fattore eziologico che provoca perdite abbondanti di sangue durante le mestruazioni è il disfunzionamento dei meccanismi che regolano l’ovulazione a livello centrale. Riassumendo le donne che hanno mestruazioni abbondanti per lunghi periodi devono questa anomalia ad un ciclo mestruale anovulatorio ossia senza ovulazione, una situazione che si registra solitamente all’inizio ed alla fine della vita fertile, l’assenza dell’ovulazione determina così un endometrio irregolare.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *