Ovulazione e diffidenza durante il ciclo mestruale

Comment

Ciclo Mestruale Giorni Fertili Mestruazioni Ovulazione Periodo fertile
Ovulazione-e-diffidenza-durante-il-ciclo-mestruale
Pubblicità

Ovulazione, causa di diffidenza

Ovulazione-e-diffidenza-durante-il-ciclo-mestruale

Ovulazione-e-diffidenza-durante-il-ciclo-mestruale

Durante il periodo dell’ovulazione nel ciclo mestruale, è normale per una donna provare maggiore diffidenza nei rapporti interpersonali, soprattutto in relazione agli uomini. L’ovulazione è quella fase del ciclo mestruale in cui i livelli di estrogeni nell’organismo della donna crescono esponenzialmente determinando un rapido innalzamento dell’ormone luteinizzante (conosciuto come picco dell’ormone LH) il quale provoca la rottura del follicolo dominante, con il conseguente rilascio dell’ovocita maturo dall’ovaio nella tuba di Falloppio. L’ovulazione, secondo una recente ricerca, sarebbe determinante nella biologia femminile, capace di scaturire i cosiddetti pregiudizi tipici dell’essere umano.  La teoria che collega ovulazione e diffidenza è stata proposta e studiata dagli psicologi della Michigan State University in America e pare che comprovi un comportamento diffidente delle donne nei confronti degli uomini più o meno accentuato a seconda della fase del ciclo mestruale. Nello specifico appunto è stato analizzato che è proprio l’ovulazione il periodo in cui tale sentimento si amplifica.

Pubblicità

Dettagli della diffidenza femminile durante l’ovulazione

 

 

Il responsabile della ricerca sopra citata, Carlos David Navarrete, ha effettuato una precisazione importante che limita la generalità del binomio ovulazione- diffidenza: quest’ultima aumenta al massimo se la donna percepisce l’uomo pericoloso in particolare dal punto di vista fisico. Questo perchè il meccanismo biologico ed ormonale legato all’ovulazione e in grado di produrre pregiudizi nelle donne, va a scavare nel passato, quando essi erano essenziali per evitare e difendersi dalle aggressioni sessuali all’ordine del giorno soprattutto nei periodi appunto più fertili. Ecco quindi creata una corazza biologica difensiva contro uomini pericolosi per la scelta riproduttiva della donna. Dallo studio suddetto emerge infine un altro dettaglio importante: la diffidenza che origina dall’ovulazione è maggiore nei confronti degli uomini di etnia diversa. Anche in questo caso tale meccanismo si sarebbe sviluppato come difesa dalle aggressioni sessuali che, nel corso della storia, hanno caratterizzato le innumerevoli razzie di conquista delle popolazioni da parte di invasori stranieri.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *