Parestesia menopausa come trattarla

Comment

Menopausa
Pubblicità

Parestesia menopausa come trattarla

Una costante sensazione di intorpidimento e formicolio definito con il termine di parestesia può colpire le donne in menopausa colpendo mani e gambe dove si concentra una caratteristica percezione di trafitture a livello della cute. Questa condizione è da ascrivere alla carenza di ormoni fermminili che determina delle influenze dirette a carico di ogni singola cellula del corpo, in particolare gli ormoni sessuali (principalmente gli estrogeni ed il testosterone) svolgono una funzione trofica importante che si indirizza nei confronti di diversi sistemi anatomici. Tra i sintomi associati alla parestesia oltre all’intorpidimento ci sono spesso altre manifestazioni tipiche quali: formicolio durante uno sforzo fisico, spasmi muscolari, stanchezza, ipersensibilità tattile, ansia, sindrome delle gambe senza riposo. Le donne in menopausa di solito non risentono di una sintomatologia severa legata alla parestesia, che in tal caso si evidenzia con la comparsa di manifestazioni più problematiche quali: perdita di conoscenza, vertigini, difficoltà della respirazione, dismetria oculare, capogiri, difficoltà di camminare, dolori, perdita di controllo di vescica ed intestino, perdita della vista, paralisi, disartria. La parestesia nelle donne in menopausa è legata principalmente a problemi legati alla circolazione ed a disturbi reumatici oppure all’artrite, delle problematiche legate a questo passaggio cruciale nella vita di una donna. Altre notizie su: https://www.tantasalute.it/articolo/parestesia-sintomi-cause-e-cura/60885/.

Pubblicità

Come trattare il disturbo

parestesia menopausa

parestesia menopausa

Quando si risente della comparsa di segni cronici di intorpidimento e formicolio è opportuno identificare la corretta diagnosi da cui può dipendere la terapia più adatta a seconda del caso specifico, in genere er diagnosticare la condizione di parestesia si esegue una visita medica, in associazione ad esami del sangue, allo studio dei sintomi e talvolta a dei test di sensibilità. Nelle donne in menopausa si raccomanda come trattamento contro intorpidimento e formicolio una dieta ad hoc che permette al sangue di fluire correttamente evitando la formazione di coaguli, è bene ridurre il consumo di cibi di derivazione animale e di alcolici, meglio preferire verdura, legumi, cereali, frutta che forniscono al corpo una fonte preziosa di vitamine e sali minerali. Tra gli altri accorgimenti da seguire per ridurre le manifestazioni fastidiose si raccomanda inoltre di svolgere regolarmente un’attività fisica e di mantenere il proprio peso forma; nei casi più critici il medico può prescrivere degli immunosoppressori cortisonici, oppure anticonvulsivanti, immunoglobuline ed anestetici.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *