Sindrome da shock tossico durante il periodo mestruale

Comment

Mestruazioni
Pubblicità

Sindrome da shock tossico durante il periodo mestruale

Viene considerata una risposta infiammatoria multisistemica, la manifestazione della sindrome da shock tossico durante il periodo mestruale da ascrivere ad infezioni scatenate da ceppi batterici in grado di produrre alcune esotossine. Si tratta infatti di un’infezione secondaria causata principalmente dagli streptococchi e dagli stafilococchi, in genere questa reazione infiammatoria può avere sede in qualsiasi distretto dl corpo, nelle donne fertili la flogosi si verifica frequentemente come conseguenza di colonizzazioni vaginali durante il periodo mestruale. Tra i principali fattori eziologici associati alla sindrome da shock tossico sono stati identificati gli assorbenti interni, o meglio al loro uso sbagliato che potrebbe scatenare infezioni vaginali. Anche se ormai il rischio di sviluppare i sintomi della sindrome da shock tossico si è andato progressivamente riducendo, ancora oggi  persiste un rischio significativo, determinato essenzialmente da due elementi: il grado di assorbenza e la composizione chimica dei tamponi interni. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Ritardo delle mestruazioni dolore alle ovaie per alterazioni ormonali.

Pubblicità

Altre cause della risposta infiammatoria

sindrome da shock tossico durante il periodo mestruale

sindrome da shock tossico durante il periodo mestruale

Accanto alla forma di sindrome da shock tossico dovuta all’utilizzo degli assorbenti interni, possono verificarsi nelle donne anche delle forme non mestruali, tra cui l’uso di alcuni metodi contraccettivi che vengono inseriti direttamente all’interno della vagina come ad esempio il diaframma vaginale e la spugna contraccettiva; possono anche registrarsi episodi di sindrome da shock tossico nel contesto di infezioni ginecologiche, anche nel caso di sepsi puerperale che può evidenziarsi nella donna dopo il parto può attivarsi questa forma di risposta immunitaria che scatena l’insorgenza di sintomi quali: febbre alta, eruzione cutanea eritematosa, calo della pressione arteriosa. Per scongiurare le possibili complicanze a carico di altri organi del corpo è importante formulare prontamente la diagnosi per poter così intervenire con il trattamento appropriato che agevola la guarigione e previene allo stesso tempo la progressione della malattia che può comportare lo sviluppo do complicanze serie che possono indurre la morte.  Altre notizie si trovano su Irregolarità delle mestruazioni oligominerali: funzioni.

Pubblicità






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *